Scopri il metodo SalvaDenaro ( anche se ci sono i saldi )

La Moda non è solo un’ affascinante business, ma è anche la seconda industria più inquinante al mondo dopo quella petrolifera.

“ L’industria dell’abbigliamento occupa oltre 300 milioni di persone, produce più di 100 miliardi di capi, facendo uso di 98 milioni di tonnellate di risorse non rinnovabili ( petrolio per produrre le fibre sintetiche, prodotti chimici per rifinire e tingere i materiali, ecc )  “- Fonte Green.it

Nel prossimo futuro questi numero saranno destinati ad aumentare; per questo motivo ognuno di noi ha il potere ( e il dovere ) di cambiare approccio verso gli acquisti. Supportiamo il tema del riciclo e del riuso, puntiamo sulla qualità e longevità dei capi, acquistiamo il Made in Italy.

Noi consumatori dobbiamo sganciarci dall’idea che i vestiti debbano essere così economici e disponibili in fretta: una maglietta non può costare come un panino!!

La moda economica è prodotta con materiali economici, dannosi per la nostra pelle e per l’ambiente, e viene prodotta da manodopera minorile: i capi acquistati dopo pochi mesi vengono gettati via, intasando le discariche. Possiamo cambiare, se vogliamo 🙂 e diventare acquirenti consapevoli.

Per molte clienti cambiare look significa acquistare cose diverse , quando invece si tratta di vedere e gestire i loro capi in modo diverso.

Lo stesso capo cambia volto cambiando gli abbinamenti e gli accessori e, quando lo vivono in prima persona, gli occhi si illuminano dalla gioia >3.

Imparare a vedere se stesse con occhi obiettivi ( e non solo quello che non amiamo di noi! ) e vedere i nostri capi di abbigliamento da un punto di vista diverso, permette di aprire la mente ed essere pronta a creare nuovi look con il dejà vù dell’ armadio.

Vediamo insieme il vademecum SalvaDenaro

  1. Vendi quello che non indossi

Sfrutta i negozi di seconda mano e consegnagli i capi ( in buono stato ) che non indossi più. Quando il negozio vende i capi, recuperi una piccola parte del capitale. Fai spazio nel tuo’ armadio e nella tua testa >3.

  1. Acquista gli “ sfizi “ nei negozi di seconda mano

           Se vuoi toglierti uno sfizio, anzichè andare da Mango o simili ( e correre il rischio di acquistare capi prodotti da manodopera minorile ), fatti un giro in un negozio dell’usato : potresti trovare l’occasione  Made in Italy

  1.  Controlla l’ etichetta

           E’ la prima cosa che devi fare quando valuti un capo di abbigliamento: controlla sempre le istruzioni di lavaggio. Non ha senso spendere poco in un capo che devi poi far lavare a secco. Fa male al tuo portafoglio e fa male all’ ambiente : il percloroetilene usato per il lavaggio a secco è molto tossico. Ti spiego qui di seguito i simboli basilari per distinguere il tipo di lavaggio consigliato:

  • la vaschetta con acqua indica che puoi lavare il capo in lavatrice e indica la temperatura suggerita
  • la vaschetta con la mano indica che è consigliato il lavaggio a mano
  • la vaschetta contrassegnata con la X indica che è consigliato il lavaggio a secco

 

directistruzionilavaggio

 

  1. Abbi cura dei tuoi capi

           Il fatto che siano lavabili in lavatrice non significa che siano indistruttibili, quindi quando puoi evitare di lavare i capi, fallo! Prendi l’abitudine di areare i capi, spazzolali e indossali nuovamente, se sono puliti. Ricorda che esistono lavaggi gentili, che rispettano i tuoi capi e l’ambiente. Impara a dosare la centrifuga per evitare che i capi si restringano: lo sbattimento dei capi nel tamburo fa restringere alcune fibre, tipo la lana o alcuni tipi di viscosa. Abbi cura dei tuoi capi e avranno una lunga vita.

  1.  Compra fuori stagione

          Fuori stagione puoi approfittare di sconti eccezionali che i negozianti applicano per fare spazio in magazzino. Magari ti ritrovi a valutare l’acquisto di un cappotto in Maggio e l’acquisto di un costume in Dicembre. Ma quando sai cosa ti valorizza, quali sono i tuoi colori e quale è il tuo stile, non c’è stagione che tenga!

  1. Dai nuova vita ai vecchi capi

          Stringi, allarga, accorcia, allunga, trasforma quei capi del tuo armadio che ti piacciono e che ti regalano emozioni, dai loro una nuova chance. Ti avverto, puoi correre il rischio di creare dei capolavori 🙂

spreco guardaroba post FB (1)

  1.  Non acquistare solo perchè “ è a saldo “

          Non acquistare mai capi dei quali non hai bisogno, anche se sono a saldo. Il 30% di sconto non è un buon affare se non indossi il capo ( o lo indossi un paio di volte.

  1.  Acquista i capi basici da brand generici

          T-shirt, canotte e simili non devono essere di design. Tagli semplici, colori che tengano ai lavaggi, stop.

  1. Usa gli outlet con criterio

          Forse non sai che ci sono collezioni che vengono realizzate appositamente per i periodi di sconto negli outlet. L’enorme afflusso di persone nel periodo degli sconti deve essere accontentato e andare via con la busta contentente “ L’affare “. Tali merci vengono vendute con sconti enormi , tipo il 70%, ma anche la qualità è enormemente…. povera!

  1. Organizza uno swap party con le tue amiche

          All’ inizio della stagione organizzate un pomeriggio di scambio: non spenderai denaro e il divertimento è assicurato. Desideri il mio intervento al tuo pomeriggio di scambio?Si può fare, contattami e ne parliamo.

  1. Scegli capi semplici e classici

          La politica dei capi alla moda è creare l’urgenza dell’acquisto: desideri quel capo a tutti i costi e sei disposta a pagarlo. Dopo qualche mese realizzi che quel capo così di tendenza è difficile da integrare con gli altri capi del tuo guardaroba. E lo metti in fondo al tuo armadio. Scegliendo capi classici, coerenti con il tuo stile di vita,diventeranno la base del tuo guardaroba e li indosserai per diversi anni,ammortizzando l’ investimento.

  1. Noleggia un abito

          Il noleggio è una soluzione conveniente quando necessiti di un abito speciale solo per una volta. Gli abiti vengono consegnati puliti e con le correzioni  fatte.

  1. Passa dal reparto teen-ager

          Se cerchi capi basici ( T-shirt, canotte ) passa a visitare il reparto teen-ager, hanno mediamente prezzi più bassi rispetto alla donna e capi che possono essere

scambiabili.

  1. Fai la lista

          Tratta lo shopping come la spesa al supermercato. Non vado mai a fare la spesa al supermercato senza la mia lista

  • evito di perdere tempo
  • evito di comprare cose che non mi servono
  • fare la lista mi permette di focalizzarmi su cosa necessito.

La fai anche tu vero? Ecco, fai la stesa cosa anche per l’abbigliamento, evitando di vagare nei negozi tra capi ammiccanti e cartellini scontati!

  1. Acquista capi che ti vadano bene adesso

           Sai meglio di me che acquistare capi più piccoli “ perchè tanto devi dimagrire “ è un trucchetto che non funziona, anzi, ti regala frustrazione per aver buttato via il tuo denaro.

Applica il mio vademecum Salvadenaro e ti si aprirà un mondo :-): dritte semplici ed efficaci.

E’ arrivato il momento di imparare a valorizzarti e ad acquistare solo quello che va bene per te? Prenota subito il tuo posto ai miei corsi Oltre lo Stile che terrò a Prato il e il 23 Marzo 2019!!

 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chi sono

Consulente di Immagine per sole donne.
La tua immagine parla di te: vuoi decidere Tu cosa raccontare o farlo decidere agli altri?

Leggi la mia guida “Oltre lo stile” (clicca qui)!

newsletter

Facebook

instagram