Meghan e Harry: una favola contemporanea commentata da Marina Minelli

 

Ho conosciuto Marina durante un corso per blogging organizzato da Silvia di Trippando,  di lei e del suo Blogging Breakfast ve ne avevo parlato qui .

Ci siamo presentati tutti e, arrivati al turno di Marina ho letteralmente sgranato gli occhi:il suo approccio da storica e giornalista alla vita dei reali mi ha letteralmente affascinato, se andate a vedere il suo blog Altezza Reale  capite perchè.

E’ un mix gradevolissimo di leggerezza e concretezza, che rispecchia lei, donna pragmatica, con pochi fronzoli e una grande cultura.

Secondo voi potevo non coinvolgerla per chiederle del matrimonio di  Meghan & Harry che ci hanno fatto rivivere una favola contemporanea? 

Lo sguardo innamorato di Harry, l’emozione di Meghan, il tenersi per mano durante la cerimonia, il coro gospel che ha eseguito Stand by me ci ha fatto emozionare e in molti abbiamo sentito molto vicino questa coppia di innamorati.

Io sono schierata dalla loro parte, mi piacciono molto: incarnano perfettamente una coppia moderna che si fa spazio per avere una propria vita all’interno dei codici rigidi di palazzo reale. Ho conosciuto Meghan nei panni di Rachel Zoe  in Suits e mi ha conquistato con la sua raffinatezza e bellezza moderna.

Meghan e Harry hanno infranto molte delle regole di Buckingham Palace e  hanno diviso in due l’opinione pubblica che li paragona, inevitabilmente,  a William e Kate.

Sono felicissima di ospitare Marina  nel mio blog dopo il Matrimonio Reale e attingere alla sua conoscenza, unica, sui reali: Marina ha commentato la diretta su Sky TG24 il 19 Maggio.

 

Sky

 

Mrn Marina quale è il dress code nei matrimoni reali e in cosa questo matrimonio si è differenziato?

MM Il dress code dei matrimoni reali varia secondo le nazioni, nei paesi scandinavi per esempio si svolgono di pomeriggio seguiti da cena+ballo quindi le signore indossano abiti da sera importati e chi ce l’ha il diadema o gioielli di prestigio, gli uomini frack, divise di gala etc etc. In Spagna, se ti ricordi le nozze di Felipe e Letizia, la regina Sofia nonostante fosse mattina era in lungo con peineta e mantilla. In Inghilterra i royal wedding più recenti sono stati celebrati nella tarda mattinata quindi tutto molto sobrio, abito da mattina e cappello, niente esagerazioni e niente abiti lunghi. Ma il dress code non è mai un problema perché viene chiaramente esplicitato nell’invito. Nel caso delle recentissime nozze di Harry e Meghan sulla partecipazione era chiaramente precisato: “Uniform, Morning Coat or Lounge Suit” vale a dire “Uniforme, tight o completo giacca e cravatta”. In questo caso – a differenza di quanto avvenuto per William e Kate – c’è anche una specifica per le signore, “Day Dress with Hat”, ovvero vestito da giorno con cappello forse per “dare una mano” alle numerose signore americane attese a Windsor.

Mrn Quali sono le principali differenza tra il matrimonio di Kate e quello di Meghan ?

MM Kate stava sposando l’erede in seconda e un giorno sarà regina quindi il suo matrimonio era un evento non solo familiare ma anche dinastico, per questo le nozze si sono svolte a Westminster che è un luogo simbolo per la monarchia inglese visto che nell’abbazia avvengono le incoronazioni dei sovrani e sempre per lo stesso motivo erano presenti capi di Stato e membri delle famiglie reali da tutto il mondo. Ci sono stati anche diversi ricevimenti offerti dalla regina e dal principe Carlo e nel complesso il tono della celebrazione è stato molto, molto più sfarzoso, con il corteo di carrozze nel centro di Londra e una gran quantità di gadget di vario gusto comprese le mie amate royal commemorative potteries. Harry è il sesto in linea di successione, avrà di sicuro un ruolo importante come “ambasciatore” della corona, sarà una spalla per il fratello, ma è lontano dal trono quindi nozze festose e reali ma a Windsor che è comunque un luogo magnifico dove la celebrazione poteva avere – e ha avuto – un tono meno fastoso. Mi ha fatto comunque piacere notare che le due spose erano entrambe splendide e hanno indossato dei diademi della collezione reale. Però adesso non mi chiedere quale era più prezioso, erano tutti e due magnifici e adatti agli abiti: Kate aveva un gioiello di Cartier che da alcuni anni gira il mondo in una mostra storica della maison francese, Meghan invece ha scelto un diadema art déco della regina Mary davvero superlativo.

Mrn Hai scritto un libro sugli itinerari londinesi dedicati a Lady Diana, ci sono anche luoghi connessi con le recenti nozze?

MM Nel mio ultimo libro “Sulle tracce di Lady Diana – 15 itinerari a Londra e dintorni nei luoghi della principessa di Galles”  . William e Harry sono molto presenti, per esempio c’è Kensington Palace dove hanno abitato da bambini e dove vivono ora con le loro famiglie, ma c’è anche un lungo itinerario dedicato al castello di Windsor che è stato la magica cornice del matrimonio dei neo duchi di Sussex. E’ un luogo meraviglioso carico di storia ma anche strettamente connesso alla monarchia contemporanea… avrete sempre la sensazione che la regina potrebbe apparire all’improvviso alle vostre spalle.

Mrn Meghan & Harry mi piacciono molto: mi piace la loro contemporaneità e il loro essere fuori dalle regole. Tu come li vedi come storica ?

MM Mi permetti di sorridere? Sono splendidi anche secondo me, sono contemporanei, estroversi e simpatici e sono tutti e due dotati di una grande capacità di empatia, ma no, non sono fuori dalle regole e le nozze di Windsor ce lo hanno mostrato. Harry è dentro alle regole al 100% perché è il sesto in linea di successione, perché il senso del dovere è insito dentro di lui grazie all’esempio della granitica nonna, perché dieci anni nell’esercito gli hanno insegnato cosa significa “servire”. In passato ha avuto degli sbandamenti ma oggi è tornato ai suoi doveri che, certo, interpreta in modo più moderno, ma sempre sul filo della storia e della tradizione. Meghan ha preso il “pacchetto completo” e sposando Harry ha rinunciato alla sua vita precedente accettando di entrare in un modo sicuramente privilegiato e splendente ma anche molto, molto difficile. La monarchia, specie quella inglese, è fatta di tradizione, riti e anche un certo mistero, ribaltare tutto non avrebbe senso perché il fascino di questa millenaria istituzione andrebbe completamente perduto

Ringrazio Marina per l’interessante intervento e aggiungo una mia riflessione.

Anche in codici rigidi come quelli dei reali quello che fa differenza è lo stile : il dress code è uno ma può essere interpretato in più stili ( o cadute di stile ); le immagini degli invitati che abbiamo visto sulle varie riviste lo hanno dimostrato ampiamente.

Molto spesso le lettrici mi scrivono perchè hanno difficoltà a riconoscere il proprio stile, che è cambiato nel corso della vita ( come sono cambiate anche loro ) , mi raccontano che  faticano a sentirsi a proprio agio anche in situazioni lavorative.

Per questo e tanti altri motivi è nata la mia guida Oltre lo Stile pubblicata nel 2016 il cui proseguimento naturale è stato il corso Oltre lo Stile che farò a Viareggio domani ( è l’ultimo corso prima dell’estate )  e che vedrà coinvolte splendide donne che scopriranno o ( ri ) troveranno il proprio stile .  Alcune di loro potrebbero anche scoprire aspetti inediti della loro personalità che vengono svelati proprio dalle scelte per l’abbigliamento.

La Moda passa e lo Stile resta

 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chi sono

Consulente di Immagine per sole donne.
La tua immagine parla di te: vuoi decidere Tu cosa raccontare o farlo decidere agli altri?

Leggi la mia guida “Oltre lo stile” (clicca qui)!

newsletter

Facebook

instagram

Copyright © 2016 – 2019 | Maria Rosa Neri – Consulente di Immagine – P.Iva 02190710976 – Tutti i diritti riservati | Informativa Privacy

Maria Rosa Neri collabora con Italian Image Institute

Progettato da Altavista